Monaco di Baviera

Era già tutto organizzato, campeggio prenotato, lista pre-partenza stampata…ma quello che era stato definito un weekend romantico in riva al lago di Ginevra, a Montreux per la precisione,  è stato tutto rimandato.

Le previsioni per il ponte del primo maggio 2012 nell’ovest Italia e in Svizzera erano tutt’altro che buone anzi le definirei pessime.

Guardando la cartina del meteo l’unica zona in cui il tempo sarebbe stato accettabile era l’estremo est d’Italia o l’Austria…e alla fine siamo andati a Monaco di Baviera, pallino persistente da anni nelle mete da raggiungere.

Dopo le veloci ma complete indagini sulla rete, decidiamo di partire domenica 29 Aprile entro le 7 del mattino…

Giorno 29/04 : Dachau

Siamo stati bravi alle 6.20 eravamo già in sella alla nostra fida compagna più o meno ferrata diretti verso la Germania!!

Visto il poco tempo a disposizione, l’andata l’abbiamo dovuta fare tutta in autostrada, quindi presa l’A4 all’altezza di Desenzano sul Garda, puntiamo il becco a nord direzione Brennero…Tutto scorre nella norma, fino all’ultimo autogrill italiano dove ci fermiamo per acquistare la vignetta dell’autostrada austriaca (7 € per 10 gg di validità), dove ci troviamo sconquassati da potenti raffiche di vento !!!

Con calma intraprendiamo il rinomato ponte d’Europa (8 € per il transito) il sole ci fa compagnia, senza opprimerci con temperature elevate, e sempre con calma maciniamo km su km.

Da quando cavalchiamo la Giessona bavarese l’idea di dover affrontare trasferimenti con lunghi chilometraggi non ci fa desistere più di tanto…

Arrivati nei pressi di Monaco, sarà stata  l’aria di casa, la muccona inizia a salire di giri e a godersi quei tratti senza limiti di velocità giusto per sgranchirsi un pò…

Sono circa le 14 del pomeriggio, ce la siamo presa con molta calma, d’altronde non avevamo nessun’orario da rispettare; passiamo Monaco e ci fermiamo a Dachau, cittadina tristemente nota al mondo per il campo di lavoro/concentramento.

Ci attrezziamo di audio-guide e iniziamo la visita al campo. Quante cose abbiamo scoperto che tra i banchi di scuola non vengono minimamente citate, rimaniamo un pò infastiditi da queste scoperte, l’idea che quello che viene insegnato ai ragazzi è solo una piccola parte di ciò che realmente è successo in certi luoghi. Capitiamo a Dachau proprio nella giornata in cui ricorre il 67° anniversario dalla liberazione del campo, infatti c’erano degli addetti che stavano smontando l’impalcatura della cerimonia avvenuta al mattino.

Ritorniamo alla moto, e imbocchiamo la strada che ci porterà a Monaco!!!!

Approfittando di un semaforo rosso, girando la capoccia riesco ad intravedere le vette della città ma prima su tutte vedo la torre BMW ! Non sono un fan sfegatato del marchio, per me esistono anche altre moto non solo le BMW, però l’idea di essere nella città dove la moto di cui vado fiero è stata progettata mi piace, e anche molto!!

Dopo una doccia rigenerante ci dirigiamo con gli efficientissimi mezzi pubblici verso Marien Platz.

Andremo a sfamarci nella rinomata hofbräuhaus dove delizieremo i nostri palati con piatti tipici serviti in compagnia di 1,5 litri di ottima birra bavarese.

Giorno 30/04 : Monaco

Un giorno è davvero poco per poter poter ammirare per bene la fantastica capitale della Baviera, ma organizzando per bene il tour si riescono a vedere molte cose interessanti.

Svegliatici prestissimo, carichiamo le energie con un’abbondante colazione. Presi i mezzi pubblici andiamo diretti verso il centro.

Da Marien Platz andiamo verso Karl Platz per poi dirigerci a quello che è uno dei simboli di Monaco, la Frauenkirche, che purtroppo ha una delle due torri con dei lavori in corso, ma è ugualmente affascinante.

Proseguiamo il nostro tour dirigendoci di nuovo verso Marien Platz dove assistiamo allo spettacolare balletto della torre che domina la piazza.

Giriamo ancora un pochino in zona e arriviamo al folkloristico Viktualienmarkt dove consumeremo un pranzo a base di patate condite con delle salse a base di verdure, ortaggi o pancetta.

Riprendiamo il nostro tour intensivo della città dirigendoci nella zona antigua a Maximilianstrasse che ci condurrà verso la Max-Joseph Platz, dove si trova il palazzo Residenz e lo splendido teatro. Il poco tempo a disposizione non ci permette di visitare palazzo Residenz anche all’interno, ma da quanto letto su riviste e sulla rete una visita è dovuta se si hanno più giorni da trascorrere nella capitale bavarese.

Dopo una sosta rigenerativa all’ombra del colonnato del teatro riprendiamo il nostro tour, visitando la Teathinerkirche ; splendida chiesa con intonaco bianco che ne risalta la peculiarità e la dovizia dei particolari.
Appena fuori dalla chiesa, ci fermiamo ad una bancarella per acquistare delle more e altri frutti di bosco. A Monaco è molto frequente incontrare gli asparagi bianchi, prodotto che si ritrova anche nei vari menù tipici.

Riprendiamo il giretto cittadino entrando nell’Hofgarten, un’area verde che si perde a vista d’occhio dove i bavaresi si adagiano per rilassarsi prendendo il sole, giocando a carte o leggendo un libro.
Dopo circa due ore e mezza dobbiamo riprendere la nostra marcia, fuori dal parco prendiamo la Ludwigstrasse passando davanti alla sede dell’università per poi “perderci” in viette multietniche.Andiamo verso l’Englisch Garten, polmone verde dove alcuni audaci praticano del surf, utilizzando delle piccole onde. Il parco è immenso, rapportato ai giardini di Milano. All’interno del parco ci sono poi delle attrazioni particolari come la torre cinese, il palazzo del te giapponese e poi fiumicciattoli e laghetti. Ci stendiamo sul prato a gustarci i frutti di bosco acquistati in precedenza, relax totale.

Per raggiungere piazza Karoline, passiamo davanti alla sede della pinacoteca dove nel parco antistante ci sono delle sculure a cielo aperto. Ammiriamo l’obelisco che domina la Karolineplatz e scorgiamo quella che è Konigplatz.

Il nostro tour giornaliero volge al termine e quindi percorrendo molte vie non principali ci troviamo di nuovo a Karlsplatz.

Torniamo in hotel per rinfrescarci un attimo, torneremo in centro per la cena e per gustarci Monaco di nuovo con le luci della sera.

Giorno 1/05/2012

Si ritorna verso casa, come spesso cerchiamo di fare il ritorno lo “spacchettiamo” in mini tappe per non annoiarci a percorrere l’autostrada senza visitare nulla.

Prima di lasciare Monaco però ci dirigiamo verso la zona olimpica da dove si arriva in pochissimi minuti davanti alla sede della BMW.

La mucca sebbene respirasse già da qualche giorno aria di casa, è tornata alla casa madre. Come per i musei del centro, ci rammarichiamo per non poter visitare il BMW museum, ci consoliamo perchè abbiamo delle ottime scuse per dover tornare a Monaco.

Scattate le foto semi-artistiche puntiamo per la prima volta da quando siamo partiti da casa verso sud. La meta finale di giornata è casa ma ne abbiamo almeno due intermedie, Innsbruck e St. Moritz.

In un batter d’occhio raggiungiamo la capitale dello speck, visitiamo il centro, e visto che il tempo passa giriamo fino ad un’area con degli stands dove oltre a vendere prodotti d’artigianato tipici, troviamo anche l’area gastronomica.

Deliziamo il palato accompagnati da un bel boccale di Weiss bier e ci godiamo la vista sulle montagne che sembrano proteggere l’intera città.

Risaliamo in sella, e per evitare centinaia di km in autostrada andiamo verso St. Moritz. Percorriamo strade immerse nella natura incontrando acqua e freddo. Arriveremo al passo Maloja costretti ad indossare il vestiario antipioggia anche per contrastare gli 8 gradi.

Torniamo in suolo italico accompagnati da una ridente pioggia che ci accoglie proprio a braccia aperte.

Da Chiavenna in poi ci sentiamo già a casa,  nonostante manchino ancora un centinaio di km.

Un viaggio tirato, forse una pazzia ma come sempre goduto intensamente, tanti km ma tanto piacere.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...